Home Il sano cammino La Parola del giorno IL GRANELLINO di padre Lorenzo (Mt 9,14-17)

IL GRANELLINO di padre Lorenzo (Mt 9,14-17)

IL GRANELLINOūüĆĪ
(Mt 9,14-17)
L’altro ieri la compagnia aerea VOLOTEA mi avvisa: Il volo per Catania √® stato cancellato. E la compagnia non mi d√† nessun’altra opportunit√† di volo. Sono rimasto calmo. Una coppia di amici si sono offerti di portarmi qui a Catania con la macchina. Otto ore di viaggio. √ą stato veramente un digiuno. Certo, il digiuno a pane e acqua √® buono, valido ed efficace per controllare le nostre concupiscenze. Ma il vero digiuno √® accettare con mitezza e umilt√† le contrariet√† della vita che si presentano all’improvviso.
Spesso mi si dice: “Padre, digiuno due volte la settimana come ci esorta la MADONNA a Medugorje!”. Ci sono fratelli e sorelle che manifestano un certo orgoglio nel dire che digiunano. Ripeto: il digiuno √® valido ed √® efficace se il suo fine √® crescere nella santit√†.
Se digiuni e non difendi il povero che viene umiliato e mortificato dai ricchi e dai potenti di questo mondo, il tuo digiuno non è gradito a Dio.
Se digiuni e non perdoni il tuo nemico, il tuo digiuno non è gradito a Dio.
Se digiuni e non sei generoso verso i poveri, il tuo digiuno non è gradito a Dio.
Se digiuni e ti ribelli quando vieni umiliato e mortificato, il tuo digiuno non è gradito a Dio.
Se digiuni e il giorno dopo ti ribelli se tua moglie, perché molto affaccendata in lavori utili, non è riuscita a preparare un pranzo abbondante, il tuo digiuno non è gradito a Dio.
Se digiuni e non dai la giusta paga ai tuoi operai, il tuo digiuno non è gradito a Dio.
Se digiuni e ti irriti se un fratello di colore ti chiede una piccola elemosina alla fermata del semaforo, il tuo digiuno non è gradito a Dio.
Digiuna soprattutto con il proposito di diventare leggero, tagliando il grasso dei tuoi peccati. Amen. Alleluia.

(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)