Home Il sano cammino La Parola del giorno IL GRANELLINO di padre Lorenzo (Mc 14,12-16.22-26)

IL GRANELLINO di padre Lorenzo (Mc 14,12-16.22-26)

IL GRANELLINO🌱
(Mc 14,12-16.22-26)
“PRENDETE E MANGIATE” dice Gesù. Quindi l’Eucarestia, più che essere adorata dev’essere mangiata e assimilata nella sua Verità perché arriviamo ad essere adulti nella fede. Chi arriva ad essere adulto nella fede può dire con San Paolo: “Non sono più io che vivo ma è Cristo che vive in me”. Noi diventiamo quello che mangiamo. Prendere e mangiare l’Eucarestia allora è impegnarsi a vivere senza macchia di peccato e irreprensibili davanti al Signore, nell’attesa della sua venuta. Prendere e mangiare l’Eucarestia è vivere di Cristo, per Cristo e con Cristo. Vivere di Cristo significa che la sua natura di amore purissimo dev’essere anche la nostra; il che significa essere immagine viva di Cristo in questa generazione. Vivere per Cristo significa impegnarsi a farlo conoscere come fonte di salvezza per l’uomo.
La missione dell’uomo eucaristico è quella di generare altri alla fede in Cristo morto e risorto per il perdono dei nostri peccati. Vivere con Cristo significa avere l’intima consapevolezza che Cristo è con noi in ogni secondo della nostra vita. Solo con Lui possiamo vivere senza paura. Se Cristo è con noi chi può essere contro di noi?
Prendendo e mangiando l’Eucaristia, Cristo ci dice: “Fate quello che ho fatto Io”. Cosa ha fatto Gesù? Ha dato la sua vita per noi e ci ha amato fino alla morte e alla morte di croce. Mangiando e assimilando l’Eucarestia il coniuge cristiano dice all’altro: “Prendi e mangia, questa è la mia vita donata a te liberamente e per amore”. Mangiando e assimilando l’Eucarestia, i genitori dicono ai figli: “Prendete e mangiate, questa è la nostra vita donata a voi liberamente e per amore”.
Celebrando e mangiando l’Eucarestia, il prete dirà alla sua comunità: “Prendete e mangiate, questa è la mia vita donata a voi liberamente e per amore”.
L’Eucarestia non è solo un culto da celebrare e adorare, ma è Gesù Cristo che vuole diventare un cuore solo e un’anima sola con noi. L’Eucarestia è lo sposalizio tra Gesù e noi. Amen. Alleluia.

(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)