Home Il sano cammino La Parola del giorno IL GRANELLINO di padre Lorenzo (Gv 16,23-28)

IL GRANELLINO di padre Lorenzo (Gv 16,23-28)

IL GRANELLINO🌱
(Gv 16,23-28)
Vivo vicino al mare. Quando mi capita di vedere sulla spiaggia una barca con i pescatori che buttano a mare i pesci non buoni mi viene in mente la parabola che il regno dei cieli è simile a una rete piena di pesci buoni e cattivi. Mi chiedo: ed io come mi comporto nella Chiesa?
Un domani, nel giorno del giudizio universale, rimarrò nel regno eterno di Dio, oppure gli angeli mi getteranno a mare,cioè nell’inferno? Nasce allora spontanea la preghiera del cuore “Liberami, Signore, dal fuoco dell’inferno”.
A lato della casa religiosa dove vivo ci sono ettari di terreno dove il mio amico contadino coltiva di tutto. La cosa più bella e significativa è vederlo sempre seguito da una pecora madre. Se la pecora si allontana da lui, Antonio (il nome dell’amico contadino) la chiama per nome e subito essa corre da lui. È una scena bellissima che mi ricorda quel che Gesù dice: “Il Pastore conosce le sue pecore, le chiama per nome ed esse conoscono la sua voce”. Ed io molte volte faccio finta di non sentire la voce del mio PASTORE e mi smarrisco. Ma il Pastore mi viene sempre a cercare e mi porta nell’ovile.
Spesso vado al mio paese, situato all’inizio del Tavoliere della Puglia. Se vado in novembre, mi capita di vedere seminatori che, andando avanti e indietro, seminano chicchi di grano. Così mi viene in mente la parabola del seminatore che uscì a seminare. Poiché anch’io, da due anni, esco dalla mia casa religiosa per seminare la parola di Dio in molti paesi e città della nostra Italia, mi chiedo: “Dove cade il seme della parola di Dio che annuncio? E il Signore mi risponde: “Tu semina a piene mani e alla nascita, crescita e raccolto ci penso Io”.
Se vado in primavera, mi capita di vedere i campi che sono pieni di fiori e in cielo stormi di uccelli che cinguettano festosamente. Subito sento la voce del Signore che mi dice: “Non preoccuparti di quello che vestirai o mangerai domani. Cerca anzitutto il regno di Dio e tutto il resto ti sarà dato in sovrappiù”.
Le parabole del Signore sono sapienza eterna. Nella natura c’è la sapienza soprannaturale. Amen. Alleluia.

(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)