Home Il sano cammino La Parola di oggi IL GRANELLINO di Padre Lorenzo – (Mc 8,14-21)

IL GRANELLINO di Padre Lorenzo – (Mc 8,14-21)

IL GRANELLINO🌱
(Mc 8,14-21)
Ieri Antonio e Concetta (organizzatori della riunione di preghiera avvenuta l’altro giorno a Bologna) mentre si parlava della mancanza di fede in questa generazione mi raccontavano che si sposarono senza la sicurezza di un lavoro sicuro, ma con la speranza che il Signore avrebbe provveduto per loro. Infatti così avvenne. il Signore è fedele nelle sue promesse. I discepoli entrarono nell’angoscia quando, durante il viaggio, scoprirono che avevano un solo pane. “Come facciamo? Un solo pane non ci basta!”, si dissero l’un l’altro. Ascoltando la loro animata discussione, Gesù, deluso dalla loro mancanza di fede, disse loro: “Perché siete nell’angoscia? Avete dimenticato che ieri ho moltiplicato i pani e i pesci per sfamare una folla immensa! Uomini di poca fede.”.
Cos’è la fede? È avere fiducia che Dio provvede ai nostri bisogni. A volte chiedo a dei giovani il cui fidanzamento dura da parecchi anni: “Quando vi sposerete?”. La risposta di solito è: “Appena avremo un lavoro sicuro, non ci sono soldi!”. Poi vedo che questi giovani vanno in vacanza, hanno la macchina, vestono bene, vanno in discoteca e così via. Mi capita di fare una domanda a delle coppie giovani sposate: “Perché non pensate ad avere un secondo figlio?”. Di solito la risposta è: “Ci vogliono molti soldi per far crescere bene un figlio!”. Poi vedo che hanno una macchina costosa, mangiano spesso al ristorante, fanno vacanze estive e invernali e così via.
In questa generazione c’è molto egoismo e pochissimo senso di sacrificio. Sono pochi quelli che sono pronti a rinunciare a un qualcosa per conseguire un valore spirituale. Si vuole tutto e a tutti i costi.
La mancanza di fede in Dio che provvede ci sta rendendo più poveri. La Provvidenza c’è. Accogliamo le parole di Gesù: “Cercate prima il regno di Dio e il resto vi sarà dato in abbondanza.” Che la mia e la tua preghiera sia sempre: “Il Signore è il mio pastore; non manco di nulla.” Amen. Alleluia.

(P. Lorenzo Montecalvo dei Padri Vocazionisti)