Home Il sano cammino I Santi Incredibile: l’olio di San Charbel fuoriesce da un suo quadro

Incredibile: l’olio di San Charbel fuoriesce da un suo quadro

E’ accaduto nella casa di una famiglia cristiana a Stoccolma che possiede un quadro del famoso santo libanese.

مدينة سودرتاليه ستوكهولم 12/1/2018 يحدث الان نضوح الزيت من صورة القديس شربل وبغزارة فينفس بيت العائلة المسيحية التي صفحتنا تقوم بنشر الفيديو منذ بدء الأعجوبة … ليتمجد اسم الرب في قديسيه…المجد لله

Pubblicato da ‎بركة القديس شربل‎ su Venerdì 12 gennaio 2018

 

Dal video si può notare la quantità copiosa di olio che fuoriesce dal quadro. Ovviamente non possiamo stabilire nulla circa la veridicità dell’evento miracoloso però sappiamo che proprietaria del quadro è una famiglia libanese che vive a Stoccolma e sappiamo quanto i libanesi siano legati alla figura di questo santo maronita.

La pratica dell’uso dell’olio benedetto di San Charbel poi è molto diffusa e non solo in Libano.

Vi raccontiamo le origini di tale pratica.

Olio Benedetto di San Charbel
Una sera, durante la sua vita, San Charbel, tornando dai campi, chiese al responsabile della cucina un pò di olio per la sua lucerna al fine di pregare nella sua cella prima dell’ufficio notturno.

Il responsabile, per ubbidienza al Superiore che aveva chiesto ai monaci di non usare l’olio la sera dopo cena in segno di povertà, gli riempì la lucerna d’acqua al posto dell’olio, senza rendersi conto che, San Charbel, era all’oscuro della disposizione impartita dal Superiore in quanto si trovava al lavoro nei campi.

San Charbel, arrivato nella sua cella, accese la lucerna e iniziò la preghiera. Il superiore, vedendo la luce accesa nella camera del Santo, andò da lui e gli chiese: «Perché la tua lucerna è accesa?». San Charbel rispose: «Perdonami per amore di Cristo», come è scritto nella Regola dei monaci. Il responsabile della cucina disse allora al Superiore: «La lucerna è piena d’acqua e non di olio!»

Il superiore versò a terra il contenuto della lucerna e vide che era acqua!!! Si inginocchiò davanti a San Charbel per chiedergli perdono.

Così l’olio di San Charbel è diventato una fonte di pace interiore e di guarigione fisica per tutti coloro che credono nella potenza di Dio tramite i suoi santi. L’olio che noi mandiamo a chi ne fa richiesta, è un flaconcino di olio benedetto dai monaci presso la tomba del Santo in Libano.

Normalmente la bottiglietta di olio viene messa dentro una bustina con un po’ d’incenso, in segno di venerazione.

Tra i grani dell’incenso, si trova una «Reliquia–stoffa benedetta» si tratta di un pezzetto delle vesti liturgiche tenute sotto il corpo del Santo per anni e oggi distribuita come benedizione.

Sia con l’olio che con la reliqua, si può fare il segno della Croce sulla fronte, o su un punto del corpo dove si sente dolore; o ancora, mettendo una goccia dell’olio in un bicchiere di acqua o mescolato nel cibo per permettere alla benedizione di entrare materialmente all’interno del corpo.

 

L’olio e le immagini del Santo vanno richieste direttamente ed esclusivamente alla sede di Roma o al convento di Annaya.
Sito ufficiale: www.saintcharbel-annaya.com 

ORDINE LIBANESE MARONITA
Piazza Nicoloso da Recco 5
00154 Roma
Tel. 06 57 81 075