Home Liturgia Attenzione! Molti cattolici non ricevono l’Eucaristia nel modo giusto!

Attenzione! Molti cattolici non ricevono l’Eucaristia nel modo giusto!

L’Eucaristia è il cuore e il culmine della vita della Chiesa, poiché in essa Cristo associa la sua Chiesa e tutti i suoi membri al proprio sacrificio di lode e di rendimento di grazie offerto al Padre una volta per tutte sulla croce; mediante questo sacrificio egli effonde le grazie della salvezza sul suo corpo, che è la Chiesa.

Quindi è meglio prenderla sul serio! Sfortunatamente, sia per ignoranza che per pigrizia, sembra che la maggior parte dei cattolici non stia ricevendo correttamente l’Eucaristia. Riassumiamo quelli che sono gli errori più comuni:

Risultati immagini per ricevono l'Eucarestia

1) Non inchinarsi prima di ricevere l’Eucarestia. Molti cattolici attraversano la linea della comunione e ricevono l’Eucaristia senza alcun atto di riverenza. Ma qui stiamo parlando di ricevere Gesù, quindi forse un po’ di riverenza è doverosa!  La maggior parte delle persone potrebbe anche non sapere che dovrebbe fare qualcosa, ma è proprio lì nell’ Istruzione Generale del Messale Romano dell’USCB : “Quando si riceve la Santa Comunione, il comunicatore si inchina davanti al Sacramento come un gesto di riverenza… [T] Anche prima di ricevere  il Preziosissimo Sangue viene fatto quell’ atto di riverenza che nei nostri cuori dovrebbe essere visto come spontaneo e non imposto. “(GIRM 160) Sebbene la norma negli Stati Uniti sia quella di ricevere in piedi (dopo aver chinato la testa), gli individui possono anche ricevere in ginocchio se lo desiderano. (GIRM 160) Ma no il non fare nessuna delle due!

2) Non dire “Amen”. Ciò potrebbe accadere mentre le persone sentono la pressione di ricevere rapidamente a causa di lunghe code, ma è proprio citato nell’Ordine della Messa: dopo che il sacerdote presenta l’Eucaristia dicendo “Il corpo di Cristo”, la persona che riceve dovrebbe dire “Amen”. ” Questo è importante perché conferma che credi davvero di ricevere Cristo stesso (potrebbe persino servire da promemoria per te stesso). Questa è solo una parola, quindi fermati e dì “Amen”.

3) Sei in stato di grazia? Certo, è impossibile conoscere lo stato delle anime delle persone. Ma non è chiaro che la maggior parte dei cattolici lo capisca davvero: si suppone che tu debba ricevere l’Eucaristia solo se sei cattolico praticante e in stato di grazia. Hai commesso peccati mortali dall’ultima volta che sei andato a confessarti? Se la risposta è sì, allora devi andare alla confessione prima di ricevere l’Eucaristia. Dovresti ancora partecipare alla Messa, ma se non sei in uno stato di grazia, non dovresti ricevere la Comunione. Questo è importante per almeno due ragioni: (1) Ricevere l’Eucaristia in uno stato di peccato mortale è un sacrilegio. Quindi non farlo! (2) Non riceverla quando non sei nello stato appropriato mostra il tuo amore e rispetto per Gesù. Se sei in uno stato di peccato mortale, andando a messa ma non ricevendo in realtà mostri che stai tornando sulla strada giusta. Peccare è umano, commettere gli stessi peccati per negligenza è una bruttissima cosa oltre che un’offesa grandissima a Dio.

Fonte: https://la-parola-di-gesu.it